Biblioteche sistema bibliotecario biellese, sistema bibliotecario biellese, Sebina, biblioteca, opac, catalogo biblioteca, biella, provincia di Biella, biblioteche della provincia di Biella, prestito libri, prestiti ebook, ebook, reteindaco

Biblioteca dell'Archivio di Stato di Biella

Amico della biblioteca

L’Associazione “Amici della Biblioteca” è nata da una felice intuizione di Rosalia Aglietta Anderi che, nella funzione di Assessore alla Cultura della Città di Biella, aveva compreso la necessità di un gruppo di volontariato di supporto e di appoggio alla Biblioteca Civica della città. Rosalia Aglietta Anderi non ha potuto vedere realizzato il suo progetto, ma il Soroptimist International Club di Biella si è onorato di avere concretizzato quanto da lei ideato e nel 1994 l’associazione si è costituita. Da allora ha operato collaborando con la Biblioteca Civica di Biella. Si sono succedute varie presidenze e molti volontari hanno contribuito a realizzare progetti resi possibili dal loro prezioso supporto.

Negli ultimi anni, anche a causa delle difficoltà oggettive che il servizio incontrava, le attività sono andate scemando, ma, con il trasferimento nella prestigiosa sede di piazza Curiel, il contributo dell’Associazione è quanto mai auspicabile e necessario.

Per questa ragione i volontari che durante questi vent’anni di attività hanno creduto nell’importanza del proprio operato, si sono recentemente riuniti e hanno deciso di dare vita ad un nuovo corso dell’Associazione, sperando di coinvolgere altri soci che possano non solo collaborare, ma anche portare nuove idee e nuova linfa al sodalizio.

ATTIVITA’ DI CUI L’ASSOCIAZIONE SI POTRA’ OCCUPARE PRESSO LA NUOVA BIBLIOTECA DI PIAZZA CURIEL

  • Accoglienza utenti, orientamento e riordino: lo spazio destinato all’utenza è molto più ampio e i volumi a scaffale aperto sono più di 35000. I volontari potranno, organizzando dei turni, presenziare nelle varie sale aiutando i lettori, non solo ad orientarsi nei nuovi spazi, ma anche a trovare il materiale bibliografico di loro interesse, condividendo con loro considerazioni e proposte di lettura, a seconda degli interessi di ciascuno. Potranno inoltre collaborare con i bibliotecari nel riordino dei volumi al fine di renderli effettivamente fruibili, visto che le biblioteche, per offrire un servizio efficace, devono essere ordinate.
  • Assistenza durante esposizioni o manifestazioni: i volontari potranno collaborare durante le manifestazioni organizzate dalla Biblioteca nella sorveglianza e nella diffusione delle informazioni.
  • Campagne raccolta fondi: in passato l’Associazione si è fatta promotrice di varie campagne di restauro del patrimonio antico e di pregio organizzando varie edizioni di Un libro da adottare. Il trasloco dei volumi è stata occasione per i bibliotecari di evidenziare nuove necessità di restauro e tutela e in futuro si potranno prevedere altre campagne di raccolta fondi al fine di valorizzare un patrimonio fra i più importanti del Piemonte.
  • Proposta progetti: i volontari potranno proporre progetti e attività che permettano alla Biblioteca Civica di ampliare la propria possibilità di intervento anche sul territorio biellese.
  • Collaborazione con la Biblioteca Ragazzi: la Sezione Ragazzi della Civica, ad oggi provvisoriamente ospitata a Villa Schneider, attende di ritornare nella propria sede nei locali della Palazzina Piacenza, sempre in piazza Lamarmora a Biella. Anche presso la Sezione Ragazzi i volontari potranno collaborare con le bibliotecarie nell’accoglienza dei piccoli lettori programmando di volta in volta varie attività di promozione della lettura e del servizio.
  • Visite ad altre biblioteche: i volontari potranno organizzare visite a biblioteche italiane ed estere per potere confrontare la propria realtà con quella di altri luoghi e trarre così preziosi spunti di intervento.

PROGETTO "BOCIA. DIRITTI AI MARGINI"

Grazie alla collaborazione con l’Associazione Amici della Biblioteca è stato possibile censire e digitalizzare gli articoli pubblicati sui periodici storici inerenti al tema. Una volontaria dell’associazione, la dott.ssa Elisabetta Botto Poala, ha consultato e fotografato i giornali a partire dalla seconda metà del XIX secolo fino al 1930. L’obiettivo è fornire il punto di vista di più fonti edite, in modo da poter verificare e confrontare i dati a seconda del punto di vista espresso dalle varie testate prese in esame e cioè: Eco del Mucrone, Gazzetta Biellese, Eco dell’Industria, Biella Cattolica, il Biellese, Corriere Biellese, Tribuna Biellese.

 

Info: Biblioteca Civica di Biella 0152524499 – biblioteca@comune.biella.it

 

Scarica e compila il modulo